Piazzale Luigi Sturzo 31Roma, 00144
Telefono 06.5423651Fax 06.59602920

Categoria: 2018

27 posts

Roma, 14 dicembre 2018

Stando ai dati provvisori della rilevazione MISE odierna si rileva quanto segue:

MESE DI NOVEMBRE 2018                                           

  • I consumi petroliferi italiani sono ammontati a 5,1 milioni di tonnellate, con un incremento pari al 4,3% (+209.000 tonnellate) rispetto allo stesso mese del 2017.
  • I consumi di carburanti autotrazione (benzina+gasolio), a parità di giorni lavorativi, sono risultati pari a circa 2,6 milioni di tonnellate, di cui 0,6 milioni di benzina e 2,0 milioni di gasolio, con un incremento del 4,4% (+106.000 tonnellate) rispetto allo stesso mese del 2017. Nel confronto occorre però tenere conto che nel 2018 è stato ampliato il campione della rilevazione.

In particolare:

  • la benzina totale ha mostrato un incremento del 2,5% (+14.000 tonnellate) con un aumento della benzina venduta sulla rete del 2,6% rispetto a novembre 2017;
  • il gasolio autotrazione evidenzia un incremento del 4,9% (+92.000 tonnellate) con un incremento del gasolio venduto sulla rete del 5,4% rispetto a novembre 2017.

Da segnalare la performance positiva dei bitumi (+25,7%) che, a partire dall’inizio dell’estate, hanno invertito un trend che era stato per lungo tempo negativo.

 

Si ricorda che nel mese di novembre le immatricolazioni di autovetture nuove hanno subito un calo del 6,1%. Quelle diesel hanno rappresentato il 44,8% del totale (era il 56,1% a novembre 2017), mentre quelle a benzina il 41,1% (era il 30,3% a novembre 2017).

Quanto alle altre alimentazioni, nel mese considerato il peso del Gpl è stato del 7,1%, quello delle ibride del 5,4%, quello del metano dell’1,3% e le elettriche dello 0,3%.

 

PRIMI UNDICI MESI 2018

  • I consumi petroliferi italiani sono stati pari a 55,8 milioni di tonnellate, con un incremento del 3,8% (+2.046.000 tonnellate) rispetto allo stesso periodo del 2017.
  • I consumi di carburanti autotrazione (benzina + gasolio), sono stati pari a circa 28,8 milioni di tonnellate, con un incremento del 3,1% (+853.000 tonnellate) rispetto allo stesso periodo del 2017. Tali dati sono ancora provvisori essendo consolidati solo i primi otto mesi dell’anno.

In particolare:

  • la benzina totale nel periodo considerato ha mostrato una lievissima crescita dello 0,2% (+11.000 tonnellate) con un aumento della benzina venduta sulla rete dello 0,4% ;
  • il gasolio autotrazione totale segna un aumento del 4,0% (+842.000 tonnellate) con un incremento del gasolio venduto sulla rete del +3,2%.
  • Da segnalare il trend in continua crescita del carboturbo (jet fuel) che, rispetto allo stesso periodo del 2017, cresce del 7,5% (circa 300.000 tonnellate in più).

Si ricorda che nei primi undici mesi le immatricolazioni di autovetture nuove sono risultate in calo del 3,4% rispetto allo stesso periodo del 2017, con quelle diesel a coprire il 51,6% del totale (era il 56,4% nei primi undici mesi del 2017) e quelle a benzina il 35,1%.

Le auto ibride hanno coperto il 4,5% delle nuove immatricolazioni, quelle alimentate a GPL il 6,5%, quelle a metano il 2,0% e le elettriche lo 0,3%.

pdf
2018.12.14 Comunicato stampa UP consumi petroliferi novembre 2018

 

Roma, 13 dicembre 2018

Il Consiglio Generale dell’Unione Petrolifera, riunito ieri a Roma, ha accolto, ai sensi dello Statuto, la richiesta di adesione della Società Sonatrach Raffineria Italiana che entra a far parte dell’Associazione in qualità di Socio effettivo.

Nella stessa seduta, il Consiglio Generale ha altresì approvato le richieste di adesione, quali Soci aggregati, di 9 nuove Società: Amec Foster Wheeler Italiana, Ecotherm, Intergeo Italia, Jacobs, Mares, Petroltecnica, Syndial, Stantec e Tralice costruzioni.

Queste ultime Società entrano infatti a far parte dell’Associazione nell’ambito del “Progetto Riqualificazione Ambientale”, progetto di grande rilievo per il settore, volto alla definizione e alla diffusione dei migliori standard operativi nei campi dell’ingegneria ambientale, della bonifica e riqualificazione dei siti contaminati, del recupero dei siti petroliferi, con particolare riferimento ai punti vendita carburanti.

pdf
DOWNLOAD 2018.12.13 Comunicato su nuove adesioni ad UP

Roma 12 dicembre 2018

Si è tenuta oggi a Roma, in occasione della presentazione del “Preconsuntivo petrolifero 2018”, la cerimonia di consegna della seconda edizione del Premio Giornalistico e del Premio di Studio intitolati a “Pasquale De Vita”, promosso da Unione Petroliera e Sara Assicurazioni, con il patrocinio dell’Aci – Automobile Club d’Italia e in collaborazione con la rivista Energia, con l’intento di favorire l’impegno nella divulgazione di una approfondita e corretta informazione sulle industrie petrolifera ed automobilistica, sulle loro dinamiche industriali, economiche, tecnologiche, volte ad accrescerne l’efficienza energetica, la sostenibilità ambientale, l’interesse dei consumatori.

Quest’anno il premio di Studio è andato a Valeria Di Sarli, dell’Istituto Ricerche sulla Combustione del CNR di Napoli, per lo studio “Catalytic diesel particulate filters with highly dispersed ceria: Effect of the soot-catalyst contact on the regeneration performance”.

Un lavoro di elevata qualità tecnico/ingegneristica e di grande interesse applicativo, innovatività e capacità divulgativa sull’ottimizzazione del processo di rigenerazione dei filtri catalitici antiparticolato, attraverso un approccio originale in grado di porre le basi per una nuova modalità operativa per la soluzione del problema tecnico. Apprezzabile l’estensione dell’indagine, la cura dell’ampiezza della caratterizzazione svolta e la capacità di raccordare i dati sperimentali.

Il Premio Giornalistico è invece andato a Pietro Saccò, del quotidiano Avvenire, per l’articolo “Addio al petrolio scontato ma senza rimpianti”, pubblicato il 30 settembre 2016.

L’articolo proposto, particolarmente interessante e chiaro, esposto in maniera divulgativa e accattivante, sviluppa in modo strutturato l’intreccio delle variabili politico-economiche connesse all’evoluzione del prezzo del petrolio degli ultimi anni, descrivendo il ruolo e le strategie dei principali attori coinvolti. Ripercorre quindi i passaggi fondamentali che hanno contraddistinto le vicende economiche a seguito della caduta del prezzo del petrolio dell’estate 2014.

pdf
DOWNLOAD 2018.12.12 Comunicato Premio De Vita

Roma, 15 novembre 2018

Stando ai dati provvisori della rilevazione MISE odierna si rileva quanto segue:

MESE DI OTTOBRE 2018                                             

  • I consumi petroliferi italiani sono ammontati a 5,3 milioni di tonnellate, con un incremento pari al 4,5% (+232.000 tonnellate) rispetto allo stesso mese del 2017.
    • I consumi di carburanti autotrazione (benzina+gasolio) sono risultati pari a circa 2,7 milioni di tonnellate, di cui 0,6 milioni di benzina e 2,1 milioni di gasolio, con un incremento del 4,8% (+124.000 tonnellate) rispetto allo stesso mese del 2017. Nel confronto occorre tenere conto che il mese di ottobre 2018 ha avuto un giorno lavorativo in più rispetto al 2017 e che nel 2018 è stato ampliato il campione della rilevazione.

In particolare:

  • la benzina totale ha mostrato un incremento del 2,6% (+16.000 tonnellate) con un incremento della benzina venduta sulla rete del 2,3% rispetto a ottobre 2017;
  • il gasolio autotrazione evidenzia un incremento del 5,4% (+108.000 tonnellate) con un incremento del gasolio venduto sulla rete del 6,1% rispetto a ottobre 2017.
  • Da segnalare la performance positiva dei bitumi che, da un quadrimestre, hanno invertito un trend per lungo tempo negativo.

Si ricorda che nel mese di ottobre le immatricolazioni di autovetture nuove hanno subito un calo del 7,3%. Quelle diesel hanno rappresentato il 43,7% del totale (era il 55,1% a ottobre 2017), mentre quelle a benzina il 42% (era il 31,7% a ottobre 2017).

Quanto alle altre alimentazioni, nel mese considerato il peso del Gpl è stato del 7,1%, quello delle ibride del 6,0%, quello del metano dello 0,8% e le elettriche dello 0,4%.

PRIMI DIECI MESI 2018

  • I consumi petroliferi italiani sono stati pari a 50,6 milioni di tonnellate, con un incremento del 3,5% (+1.729.000 tonnellate) rispetto allo stesso periodo del 2017.
  • I consumi di carburanti autotrazione (benzina + gasolio), sono stati pari a circa 26,2 milioni di tonnellate, con un incremento del 2,7% (+678.000 tonnellate) rispetto allo stesso periodo del 2017. Tali dati sono ancora provvisori essendo consolidati solo i primi sette mesi dell’anno.

In particolare:

  • la benzina totale nel periodo considerato ha mostrato una flessione dello 0,3% (-19.000 tonnellate) con un calo della benzina venduta sulla rete dello 0,1%;
  • il gasolio autotrazione totale segna un aumento del 3,6% (+697.000 tonnellate) con un incremento del gasolio venduto sulla rete del +2,7%.
  • Da segnalare il trend in continua crescita del carboturbo (jet fuel) che, rispetto allo stesso periodo del 2017, cresce del 8,3%.

Si ricorda che nei primi dieci mesi le immatricolazioni di autovetture nuove sono risultate in calo del 3,2% rispetto allo stesso periodo del 2017, con quelle diesel a coprire il 52,2% del totale (era il 56,5% nei primi dieci mesi del 2017) e quelle a benzina il 34,5%.

Le auto ibride hanno coperto il 4,4% delle nuove immatricolazioni, quelle alimentate a GPL il 6,5%, quelle a metano il 2,1% e le elettriche lo 0,3%.

pdf
DOWNLOAD 2018.11.15 Comunicato Consumi petroliferi ottobre 2018

Mantova, 15 novembre 2018 – Si è tenuto oggi, presso la Prefettura di Mantova, il corso di aggiornamento professionale destinato alle Forze di Polizia, Vigili del fuoco e Comuni interessati, dedicato al tema degli attacchi agli oleodotti, un fenomeno che si è manifestato a partire dal 2016 su tutto il territorio nazionale e che ha richiesto un forte impegno di operatori e Istituzioni nell’individuare strumenti in grado di contrastarlo.

Il corso, dal titolo “Il fenomeno degli attacchi agli oleodotti: partenariato pubblico-privato per la prevenzione e il contrasto“, giunto al suo terzo appuntamento dopo quelli di Milano e Roma/Latina (16 maggio e 14 settembre), è stato organizzato dalla Prefettura di Mantova in collaborazione con Unione Petrolifera, con l’obiettivo di promuovere una costante condivisione delle informazioni tra gli operatori del settore e le Amministrazioni preposte al fine di ampliare la conoscenza di un fenomeno criminoso di notevole impatto sul territorio, soprattutto laddove è più alto il rischio di attacchi illegali alle condutture di idrocarburi.

“Per noi si tratta di motivo di grande orgoglio poter condividere anche con la Prefettura di Mantova, l’esperienza di Milano e poi di Roma/Latina – ha commentato il Presidente di Unione Petrolifera, Claudio Spinaci – perché ritengo che su questi temi sia fondamentale la sinergia con le Istituzioni al fine di ottenere risultati concreti nella lotta all’illegalità nel nostro settore, che è sempre più esposto a fenomeni criminali che cambiano continuamente modus operandi. Quanto fatto sinora – ha concluso – dimostra che questa collaborazione è un modello vincente che funziona e che ha già dato i suoi frutti considerato che il numero degli attacchi è diminuito in modo evidente passando dai 158 furti del 2015 agli 8 del 2017 e del 2018”.

pdf
DOWNLOAD 2018.11.15 Comunicato congiunto UP- Prefettura Mantova su 3° corso di aggiornamento attacchi oleodotti

È stato costituito, in seno ad Unione Petrolifera, un nuovo Gruppo Strategico denominato “Carburanti ed Energie Alternative per la Mobilità”, volto a sviluppare il tema dell’evoluzione delle infrastrutture di produzione, stoccaggio e distribuzione del settore, oggi dedicate prevalentemente ai prodotti petroliferi, verso infrastrutture al servizio di tutte le energie per la mobilità.

Il Gruppo nasce con l’idea di promuovere la conoscenza delle potenzialità dei carburanti alternativi, delle tecnologie e delle normative che regolano le attività delle singole filiere, mettendo a fattore comune tutta una serie di elementi di analisi sulle possibili evoluzioni e confrontandosi con gli altri stakeholder per avere un quadro conoscitivo il più ampio possibile.

Ciò permetterà, da un lato, di acquisire gli elementi conoscitivi utili per contribuire proattivamente al dibattito pubblico sul tema, dall’altro, di fornire alle Aziende associate gli elementi necessari alla definizione di autonome scelte per un’evoluzione verso una filiera di “Energie per la Mobilità”.

Nelle prossime settimane verrà definita la composizione del nuovo Gruppo e il calendario dei lavori.

Un’iniziativa che ribadisce la volontà del comparto del downstream petrolifero di contribuire da protagonista all’evoluzione energetica in atto, cogliendone tutte le sfide e le opportunità per il raggiungimento degli obiettivi ambientali.

pdf
DOWNLOAD  Gruppo UP su_Carburanti alternativi e energie per la mobilità_

Roma, 16 ottobre 2018

Stando ai dati provvisori della rilevazione MISE odierna si rileva quanto segue:

MESE DI SETTEMBRE 2018                                           

  • I consumi petroliferi italiani sono ammontati a circa 5 milioni di tonnellate, con un incremento pari al 2,5% (+120.000 tonnellate) rispetto allo stesso mese del 2017.
  • I consumi di carburanti autotrazione (benzina+gasolio) sono risultati pari a circa 2,5 milioni di tonnellate, di cui 0,6 milioni di benzina e 1,9 milioni di gasolio, con un incremento dello 0,1% (+3.000 tonnellate) rispetto allo stesso mese del 2017. Nel confronto occorre tenere conto da un lato che il mese di settembre 2018 ha avuto un giorno lavorativo in meno rispetto al 2017 e dall’altro che nel 2018 è stato ampliato il campione dei denuncianti. In particolare:
    • la benzina totale ha mostrato un decremento dell’1,2% (-7.000 tonnellate) con un decremento della benzina venduta sulla rete dell’1,4% rispetto a settembre 2017;
    • il gasolio autotrazione evidenzia un incremento dello 0,5% (+10.000 tonnellate) con un calo del gasolio venduto sulla rete dello 0,6% rispetto a settembre 2017.
  •  Da segnalare la performance positiva dei bitumi che, da un trimestre, hanno invertito un trend per lungo tempo negativo.

Si ricorda che nel mese di settembre le immatricolazioni di autovetture nuove hanno subito un calo del 25,4%. Quelle diesel hanno rappresentato il 47,5% del totale (era il 57,5% a settembre 2017), mentre quelle benzina il 39% (era il 31% a settembre 2017).

Quanto alle altre alimentazioni, nel mese considerato il peso delle ibride è stato del 6,2%, del Gpl del 5,9%, del metano all’1% e delle elettriche dello 0,4%.

PRIMI NOVE MESI 2018

  • I consumi petroliferi italiani sono stati pari a 45,2 milioni di tonnellate, con un incremento del 3,2% (+1.382.000 tonnellate) rispetto allo stesso periodo del 2017.
  •  I consumi di carburanti autotrazione (benzina + gasolio), sono stati pari a circa 23,4 milioni di tonnellate, con un incremento del 2,1% (+489.000 tonnellate) rispetto allo stesso periodo del 2017. Tali dati sono ancora provvisori, anche se sostanzialmente consolidati per il primo semestre dell’anno.
    In particolare:
    • la benzina totale nel periodo considerato ha mostrato una flessione dello 0,8% (-43.000 tonnellate) con un calo della benzina venduta sulla rete dello 0,6%;
    • il gasolio autotrazione totale segna un aumento del 3,1% (+532.000 tonnellate) con un incremento del gasolio venduto sulla rete del 2%.
  •  Da segnalare il trend in continua crescita del carboturbo (jet fuel) che, rispetto allo stesso periodo del 2017, cresce dell’8,5%.

Si ricorda che nei primi 9 mesi le immatricolazioni di autovetture nuove sono risultate in calo del 2,8% rispetto allo stesso periodo del 2017, con quelle diesel a coprire il 53% del totale (era il 56,6% nei primi nove mesi del 2017) e quelle benzina il 33,8%.

Le auto ibride hanno coperto il 4,3% delle nuove immatricolazioni, quelle alimentate a GPL il 6,4%, quelle a metano il 2,3% e le elettriche lo 0,2%.

pdf
DOWNLOAD 2018.10.16 Comunicato stampa UP consumi petroliferi settembre 2018

Roma, 14 settembre 2018

Stando ai dati provvisori della rilevazione MISE odierna si rileva quanto segue:

MESE DI AGOSTO 2018                                              

  • I consumi petroliferi italiani sono ammontati a oltre 5,0 milioni di tonnellate, con un decremento pari allo 0,1% (-6.000 tonnellate) rispetto allo stesso mese del 2017.
  • I consumi di carburanti autotrazione (benzina+gasolio) sono risultati pari a circa 2,6 milioni di tonnellate, di cui 0,7 milioni di benzina e 1,9 milioni di gasolio, con un incremento dell’1,0% (+25.000 tonnellate) rispetto allo stesso mese del 2017 (che peraltro aveva gli stessi giorni lavorativi), riconducibile all’ampliamento nel 2018 del campione dei denuncianti.

In particolare:

  • la benzina totale ha mostrato un decremento dell’1,7% (-11.000 tonnellate) con un decremento della benzina venduta sulla rete dell’1,7% rispetto ad agosto 2017;
  • il gasolio autotrazione evidenzia un incremento dell’1,9% (+36.000 tonnellate) con un incremento del gasolio venduto sulla rete dello 0,9% rispetto ad agosto 2017.

Da segnalare la performance positiva dei bitumi che, da un paio di mesi, hanno invertito un trend per lungo tempo negativo.

Si ricorda che nel mese di agosto le immatricolazioni di autovetture nuove sono aumentate del 9,8%. Quelle diesel hanno rappresentato il 55,9% del totale (era il 57,4% ad agosto 2017), mentre quelle di benzina il 29,3% (era il 29,8% ad agosto 2017).

Quanto alle altre alimentazioni, nel mese considerato il peso delle ibride è stato del 4,5%, del Gpl all’8,3%, quello del metano all’1,8% e le elettriche allo 0,3%.

 

PRIMI OTTO MESI 2018

  • I consumi petroliferi italiani sono stati pari a 39,9 milioni di tonnellate, con un incremento del 2,7% (+1.040.000 tonnellate) rispetto allo stesso periodo del 2017.
  •  I consumi di carburanti autotrazione (benzina + gasolio), sono stati pari a circa 20,8 milioni di tonnellate, con un incremento dell’1,9% (+397.000 tonnellate) rispetto allo stesso periodo del 2017. Tali dati sono ancora provvisori, anche se sostanzialmente consolidati per il primo quadrimestre dell’anno, in attesa che si completino le verifiche del Ministero dello Sviluppo Economico su quelli ricevuti dai nuovi denuncianti che commercializzano tali prodotti. In particolare:
  • la benzina totale nel periodo considerato ha mostrato una flessione dell’1,1% (-54.000 tonnellate) con un calo della benzina venduta sulla rete dell’1,0%;
  • il gasolio autotrazione totale segna un aumento del 2,9% (+451.000 tonnellate) con un incremento del gasolio venduto sulla rete sale +1,9%.

Da segnalare il trend in continua crescita del carboturbo (jet fuel) che, rispetto allo stesso periodo del 2017, sale del 9,6%.

Si ricorda che nei primi 8 mesi le immatricolazioni di autovetture nuove sono risultate del tutto in linea con il dato 2017, con quelle diesel a coprire il 53,5% del totale (era il 56,5% nei primi otto mesi del 2017) e quelle a benzina il 33,3%.

Le auto ibride hanno coperto il 4,2% delle nuove immatricolazioni, quelle alimentate a GPL il 6,5, quelle a metano il 2,3% e le elettriche lo 0,2%.

 

pdf
DOWNLOAD 2018.09.14 Comunicato stampa UP consumi petroliferi agosto 2018