Pavia, 4 giugno 2019 Si è tenuto oggi, presso la Prefettura di Pavia, il quarto corso di aggiornamento professionale destinato alle Forze di Polizia, Vigili del fuoco e Comuni interessati, dedicato al tema degli attacchi agli oleodotti, un fenomeno che si è manifestato a partire dal 2016 su tutto il territorio nazionale e che ha richiesto un forte impegno di operatori e Istituzioni nell’individuare strumenti in grado di contrastarlo.

Il corso, dal titolo “Il fenomeno degli attacchi agli oleodotti: partenariato pubblico-privato per la prevenzione e il contrasto“, segue quelli tenuti nel corso del 2018 a Milano (16 maggio), Roma/Latina (14 settembre) e Mantova (15 novembre), ed è stato organizzato dalla Prefettura in collaborazione con Unione Petrolifera, con l’obiettivo di promuovere una costante condivisione delle informazioni tra gli operatori del settore e le Amministrazioni preposte al fine di ampliare la conoscenza di un fenomeno criminoso di notevole impatto sul territorio, soprattutto laddove è più alto il rischio di attacchi illegali alle condutture di idrocarburi.

“La giornata formativa odierna – ha dichiarato il Prefetto Silvana Tizzano – costituisce un’importante occasione di confronto e di acquisizione di conoscenze, particolarmente utili oggi a dare vita a percorsi che vedono i privati al fianco delle Istituzioni nel comune obiettivo di contrastare il fenomeno degli attacchi agli oleodotti. La condivisione delle azioni di prevenzione e di gestione delle diverse forme in cui si possono sostanziare comportamenti illegali esalta significativamente l’importanza e la validità del modello “sicurezza partecipata”.

“Per noi è motivo di grande soddisfazione poter condividere anche con la Prefettura di Pavia quanto già fatto con altre Prefetture – ha commentato il Presidente di Unione Petrolifera, Claudio Spinaci –  perché è importante non abbassare la guardia sui fenomeni di illegalità che, purtroppo, in questi ultimi anni hanno colpito il nostro settore. Abbiamo avuto la prova che operando in stretta sinergia con le Istituzioni si ottengono ottimi risultati e che la collaborazione e la condivisione delle informazioni sono un modello vincente. Oggi – ha concluso – possiamo dire che, grazie a questo lavoro, abbiamo ridotto drasticamente il numero degli attacchi. Ora bisogna continuare a lavorare con impegno per evitare che il fenomeno cresca di nuovo, migliorando ulteriormente la nostra capacità di contrasto e unendo tutte le competenze e risorse disponibili”.

 DOWNLOAD Comunicato congiunto UP-Prefettura Pavia su 4° corso aggiornamento attacchi oleodotti

 

 DOWNLOAD Programma della giornata