DOWNLOAD 30.1.2020_Nota stampa_Italia_quale impatto da blocco export Libia

 

ITALIA: QUALI CONSEGUENZE DAL BLOCCO DELLE ESPORTAZIONI DALLA LIBIA

Nessun problema di approvvigionamento, scarso impatto sulla bolletta petrolifera,

aggravio di oneri per la raffinazione

HIGHLIGHT

Le importazioni di greggio dalla Libia pesano il 12% sul totale delle importazioni (nei primi 11 mesi 2019 poco meno di 7 milioni di tonnellate).

Tutte le principali raffinerie italiane importano e lavorano greggio libico (generalmente di alta qualità)

Esistono varie possibilità di sostituire i greggi libici con altri provenienti da diversi paesi: Africa (Algeria, Nigeria, Gabon, Angola), Mare del Nord, Azerbaijan.

La sostituzione del greggio libico con altre qualità comporta costi di approvvigionamento leggermente superiori, soprattutto per ciò che riguarda i costi di trasporto.

Una stima dei maggiori oneri per il sistema della raffinazione nazionale, su base annua, sarebbe dell’ordine di 60 milioni di euro.

Risulta poco rilevante l’impatto sulla bolletta petrolifera (stimato intorno allo 0,2%).

 

Roma, 30 gennaio 2020